Perrone torna all’attacco per il ballottaggio

Si è presentato come un «allenatore di transito» Gino Perrone, nella conferenza stampa indetta il 25 mezzogiorno, per raccogliere le fila e tenere alto il livello della sfida che si affronterà domenica 4 ottobre: un ballottaggio che vede la coalizione di centro destra in vantaggio, ma con il fiato sul collo delle forze della CAP 70033 di De Benedittis. Infatti per quanto la lista Direzione Corato sia prima sul podio delle preferenze (con 4.219 voti) doppiando Demos, al secondo posto con 2.272 preferenze), la distanza tra  due schieramenti è di circa 3 punti percentuali (senza contare che De Benedittis conterebbe sull’appoggio di Longo e quindi dei suoi elettori e con molta probabilità su una buona fetta degli elettori di Bovino).

Proprio per questo Perrone tira fuori la grinta: «Mi auguro che ci sia un’ampia partecipazione dei cittadini per poter assicurare il 4 e 5 ottobre una folta presenza per dare  a Corato un’amministrazione stabile – ha detto l’ex senatore, che ha continuato – in questa occasione mi adopererò per presentare progetti che non abbiamo ancora presentato (…) e uno in particolare mi darà la possibilità di raggiungere quel risultato che io sto cercando è sarà quello che farà la differenza tra chi dice parole e chi fa i fatti (…) Sono convinto che in questa fase sarò l’allenatore di transito perché domani la città di Corato possa avere un’amministrazione stabile, rinnovata.»

Perrone ha dunque invitato al suo comizio, domenica 27«…perché in quel comizio comincerò ad elencare alcuni progetti che mi daranno la possibilità di raggiungere quei risultati, ma sicuramente servirà per far diventare Corato quella città che tutti vogliamo, non a parole, ma a fatti»

Articolo precedente
De Benedittis ringrazia i suoi elettori: “Manteniamo salda la rotta verso il ballottaggio”
Articolo successivo
De Benedittis, Longo e Bovino: stabilito l’accordo politico

ISCRIVITI alla nostra newsletter per ricevere le ultime news

Menu